Trame parallele di una cronaca nera fittizia

Il 2 dicembre del 2010 Marika esce di casa alle cinque e mezzo per prendere il treno regionale delle 5.58 che da Marano Vicentino la porta a Vicenza. Fa freddo, molto freddo, Marika deve fare un tragitto a piedi di circa un quarto d’ora per raggiungere la stazione in via Nazario Sauro. Manlio fa il magazziniere al supermercato di un centro commerciale, è molto alto Manlio, uno spilungone con la faccia da ragazzino, ha conosciuto Marika a una fiera in paese e Marika gli piace, gli piace molto. Ha un brutto vizio Manlio, i fine settimana arrotonda lo stipendio giocando … Continua a leggere Trame parallele di una cronaca nera fittizia

Questioni di feeling o di fili…

Strane associazioni della mente: ieri mi è capitato di leggere online alcune traduzioni dal latino, l’incipit della prima ecloga delle Bucoliche di Virgilio. I versi che iniziano con: Tityre, tu patulae recubans sub tegmine fagi silvestrem tenui musam meditaris avena; nos patriae fines et dulcia linquimus arva; nos patriam fugimus: tu, Tityre, lentus in umbra formosam resonare doces Amaryllida silvas.   Queste sono le versioni che ho trovato:   O Titiro, tu sdraiandoti sotto l’ombra di un ampio faggio canti un canto silvestre con il flauto sottile: noi lasciamo i confini della patria e i dolci campi. Noi fuggiamo la … Continua a leggere Questioni di feeling o di fili…

Voices

A book is like a garden carried in the pocket. Never mind, there are lots of tiny birds on the roof…And the answer is? Think of your main characters as dinner guests. Twitter is full of regional accents…Mine ear is much enamoured of thy note. The next big trend after Scandinavian crime lit? Italian. The two most beautiful words in the English language are ‘check enclosed’. Continua a leggere Voices

Post a week at wordpress

Anche per il 2011 aggiornerò il mio blog settimanalmente, all’inizio sono stata tentata di aggiornarlo giornalmente, considerando la quantità di tempo che già trascorro davanti al computer, l’ipotesi è stata scartata all’istante senza ulteriori ripensamenti. Buona lettura e buon anno! Se avete qualche commento, che non sia in russo, lingua che non conosco, sarei lieta di leggerlo… Branoalcollo Continua a leggere Post a week at wordpress

Biancaneve e i Sette Nani

Libera illustrazione del 1852, versione islandese…manca un nano (sospetto che sia Brontolo)                     Ieri ho rivisto il film di Walt Disney del 1937, la versione restaurata, non era il film che io credevo di ricordare bene. Sono rimasta colpita dalla brevità dell’azione e dai testi delle canzoni, che sono davvero insopportabili. Nostalgicamente ero rimasta al ritornello dei nani, “andiam andiam, andiamo a lavorar”, anche se poi come “lavoro” collezionano diamanti e pietre preziose. Curiosamente li custodiscono dentro dei sacchi che poi mettono in un magazzino, la chiave rimane fuori appesa sulla … Continua a leggere Biancaneve e i Sette Nani