The Tenant of Wildfell Hall: IV parte

Salto temporale qualche anno indietro, Helen riporta nel suo diario il passato del marito che Gilbert sta leggendo avidamente insieme a noi. Se fosse stata a conoscenza di quanto racconta l’amico compagno di sventura, probabilmente non lo avrebbe mai sposato. Pieno di debiti di gioco, beve come una spugna, è spesso di cattivo umore, il laudano per lui non ha segreti. Incapace di mettere in pratica il suo piano, sposare una donna ricca che lo aiuti finanziariamente, decide che forse un po’ di amore nella sua vita è l’ingrediente che manca. Helen è potenzialmente perfetta, nonostante i precetti rigorosi della … Continua a leggere The Tenant of Wildfell Hall: IV parte

One book in one tweet #18 Sfogliabili

18-90 Il Dizionario del Grafico di Giorgio Fioravanti Intanto è stampato dalla grafica Ragno, e torna in mente Spiderman. Genesi dei caratteri. Adelphi ha eletto Baskerville. Gondola Days, Isabella Stewart Gardner and the Palazzo Barbaro Circle, Boston, a cura di Alan Chong, Richard Lingner, Rosella Mamoli Zorzi, Elizabeth Anne McCaule Io ho tradotto le biografie di Robert Browning e Katharine de Kay Bronson, due gocce nell’oceano di saggi e raffinate illustrazioni. Centouno capolavori del teatro moderno, Bompiani Copertina optical, riassunti e note biografiche con i titoli originali, “I rapporti con la confusione degli uomini sono troppo evidenti.” Claude Debussy, I bemolli sono … Continua a leggere One book in one tweet #18 Sfogliabili

Memories

Oggi, tanto per cambiare sono stata contattata dall’ennesimo profilo farlocco, questa volta su pinterest, e pure con una massima, “la memoria è solo memoria di ciò che è vecchio”, più o meno, vado a braccio…ma che cazzata! Certo per alcune persone meglio non ricordare, sarebbe troppo doloroso vedere tutti gli atti incompiuti, le meschinità di certi gesti, il non ammettere certi errori che poi sono preziose lezioni, e invece ti infliggono la loro presenza-assenza come uno scroccone non invitato che tu hai accompagnato alla porta e che rientra come un ladro dalla finestra, virtuale o reale che sia, il disturbo è uguale. Poi … Continua a leggere Memories

Fuori programma: musica e parole di David Shrigley

Appena rientrata da un breve soggiorno in Spagna, messe da parte le inutili polemiche di faccia libro e dei commentatori politici, di chi ti deve spiegare – male – come va il mondo senza mai essersi spostato dalla poltrona di casa. Noam Chomsky si chiede insieme a noi “ma allora come individui che cosa possiamo fare?” “Niente”, è la risposta immediata. E dopo questo messaggio pieno di speranza, una storia di conigli, scoiattoli, volpi, orsi e tassi… Continua a leggere Fuori programma: musica e parole di David Shrigley

Corto Maltese, Venezia e Rimbaud

La ricerca sui classici non è un gesto nostalgico verso un passato che non ritorna né un rintanarsi in un mondo che non esiste più, semplicemente essendomi specializzata in traduzione letteraria sono interessata alla re-interpretazione dei testi, perché a differenza dell’originale, le traduzioni invecchiano. Può sembrare un esercizio zen, per alcuni quasi inutile, io ogni volta imparo sempre qualcosa di nuovo, per me è questo quello che conta, senza nessun’altra pretesa se non quella di condividere le cose che amo. Inauguriamo questo inizio di gennaio con un classico dei fumetti, Corto Maltese, Venezia in assenza, mescolato a Rimbaud con la … Continua a leggere Corto Maltese, Venezia e Rimbaud

Santini: l’ottimismo è il profumo della vita

[Forge your own chains, D. R. Hooker] Ringrazio Jolanda, la mia ava regina della samba, per questa collezione di santini preziosi. Oggi non è Sant’Antonio, che comunque è il santo dei miracoli, lo ricorderemo a suo tempo, secondo il mio calendario appeso in cucina, di rara bruttezza – si sa che le banche non brillano in fantasia – è San Fausta martire. Controllo un attimo, manca. Rimedio subito, clicco la simpatica wiki ed eccola, ma la data non coincide, 19 dicembre…poi volendo ci sono anche Sant’Ermete e Caio. Risolve il dilemma il vero calendario dei santi, e qui si celebra Elizabeth … Continua a leggere Santini: l’ottimismo è il profumo della vita

Cortesia

Online e offline è quasi un’eresia… nemmeno vomitare la propria merda facendola passare come un favore introspettivo, non se ne può più, di vigliacchi è pieno il mondo, ma come dice Gaspar Camerarius “io, che tanti uomini fui, non sono mai stato colui nel cui abbraccio languiva Matilde Urbach.” E ora tutto è chiaro, Matilde ringrazia. Continua a leggere Cortesia