Metti una sera a scacchi..

Il racconto che più mi ha colpito della raccolta Scacco Matto del norvegese Jostein Gaarder – c’è anche qualche lezione tratta da Il mondo di Sofia – è Lord Hamilton, a sua volta un rimando a un altro libro Il Venditore di Storie.. Le storie sono 64 come le case di una scacchiera. La tenuta scozzese di Lord Hamilton ha una scacchiera nel parco vicino all’immancabile labirinto e al lago con le carpe. Lord Hamilton, in lutto per la morte della moglie, passa gran parte delle sue giornate a fissare le carpe nel lago e a giocare a scacchi da solo, spostando pesanti pedine contro … Continua a leggere Metti una sera a scacchi..

Elevazioni

In alto, sugli stagni, sulle valli, sopra i boschi, oltre i monti, sulle nubi e sui mari, oltre il sole e oltre l’etere, al di là dei confini delle sfere stellate, tu, mio spirito, ti muovi  agilmente: dividi la profonda immensità, come un buon nuotatore che gode in mezzo alle onde gaiamente, con virile e indicibile piacere. Fuggi lontano da questi miasmi  ammorbanti, e nell’aria superiore vola a purificarti e bevi come  un liquido divino e puro il fuoco che colma, chiaro, le regioni limpide. Fortunato colui che può con ala vigorosa slanciarsi verso campi sereni e luminosi, abbandonando i … Continua a leggere Elevazioni

One book in one tweet #24 Mattonville 2

24-120 Le poesie di Giacomo Zanella Inizia con una dedica a Dante Alighieri e finisce con Astichello, che avrebbe dovuto comprendere 100 sonetti, si ferma a 91. Capiamo. Il problema storico politico nel pensiero moderno a cura di Franco Tonon Sottotitolo Antologie filosofiche per problemi. Volendo qui si approfondiscono altri problemi divisi per aree tematiche. Molti dubbi. Memoriale del convento di José Saramago  Tra l’oratorio sacro e il picaresco. Un uomo andava alla forca..e il condannato rispose non sono io che vado, sono loro che mi portano. La mia cucina naturale di Jamie Oliver Il volume pesa qualche chilo, qui si … Continua a leggere One book in one tweet #24 Mattonville 2

£ibertà hi-tech

Ovviamente ha un prezzo. Non dare spiegazioni a chi non conosce nulla della tua vita e si basa su post nel blog o su Facebook, il potenziale virtuale di quello che siamo o non siamo. Non si può piacere a tutti. Ho visto casi strani, persone che si sforzano, e anche tanto, per essere visibilmente onnipresenti e poi quando chiedi qualcosa in privato, la risposta non arriva mai. Non hanno tempo, non ti rispondono ma ti distraggono subito con un’altra domanda: mi scrivi un pezzo sulla Biennale di Venezia che così lo pubblico nel mio blog? Grazie non pervenuto, è sottinteso. Essere nata negli anni … Continua a leggere £ibertà hi-tech

Cambi di rotta

Breve occhiata ai giornali online: l’Independent che un tempo era un giornale serio ci spiega come fare la pasta in un dito di acqua, e partono gli insulti, Mafia capitale e il business dei migranti, ripartono gli insulti, una marmotta inconsapevole attraversa il circuito del Gran Premio in Canada, un accenno di sorriso, è il compleanno del pittore John Everett Millais, la Saatchi Gallery lo ricorda con uno splendido quadro la veglia di Santa Agnese – che poi è anche il titolo di una poesia di Keats ricordata anche da Julio Cortázar nel saggio A Passeggio con John Keats. Vado a rileggerla. Impegnativa, il sogno nel sogno, rivisitazione … Continua a leggere Cambi di rotta

A question of Parsnips

“It might not make a James Bond plot, but an “epic mission” has been launched to save 250 tonnes of parsnips at a farm in Norfolk this Saturday.” Four years ago Ian Mathie and I had a different idea. George Grummitt had been a market gardener all his life. Although he was actually seventy-six, George had lied about his age to his employer who believed he was just approaching sixty-five. He was not looking forward to his forthcoming birthday but GenDev had an employment retiring policy and since they now owned what had been his family’s market garden for four generations, … Continua a leggere A question of Parsnips