Considerami pure un male di stagione, L. Cerretti

 

Nuova raccolta di poesie di Luca Cerretti, pubblicata a Maggio 2016 da Marco Saya Edizioni, che ho avuto il piacere di leggere in questi giorni.

Luca Cerretti riprende un tema interrotto, spire di versi attorcigliati intorno alla figura della ex-musa Nora O’Lee, incarnazione di un amore non corrisposto come si avrebbe voluto.

Il rimprovero ritrova una nuova forma, si compie attraverso mille ripensamenti, frammenti di ricordo, punti di non ritorno che accendono scintille di vita proprio in una presenza che non può essere che assenza e vive grazie alla nostalgia di quello che non è mai stato, ma si fa spazio tra le righe di altrettanti indizi impossibili, cercando di ritrovare un senso racchiuso in corollari a ritroso (Il ricaduto, Appunti di glottologia, Due milioni di scale, Lamento funebre per la musa, Un lemma alla volta, Tecniche forensi, Sembrava il finimondo, De magnete,) in un immaginario trattato emotivo che esamina l’animo umano con perizia anatomica.

Il quadro nella copertina raffinata color seppia anticipa già che l’impresa sarà sofferta, Giacobbe che lotta con l’Angelo di Léon Bonnat, una sfida eroica che si apre a diverse interpretazioni – un oceano impersonale in cui divino e umano si confondono, lottare contro i propri demoni – un non-detto visivo che fa da cornice alle parole.

E qui di demoni camuffati in simulacri di comuni paure ce ne sono parecchi. L’innamoramento disarmante mette in luce una tenerezza soffocata, pudore stroncato sul nascere da un eccesso di ironia, abbandono rancoroso, disagio di una sensibilità a nervi scoperti, goffaggine reiterata di molteplici atti mancati in un futuro del passato. I versi rincorrono un tempo che non è.

Eppure nell’effetto deflagrante di una passione che non sa trovare riparo, la bellezza continua a riaffiorare nello sguardo di occhi azzurro malumore, non più rèsa ma lucida amata consapevolezza.

Mantieni pure l’anonimato

nessuno riconoscerà la tua minuscola voce,

ti avverto però che io ero felice.[1]

 

§

[1] Tratto da Ulteriori dettagli, p. 23, Considerami pure un male di stagione, Luca Cerretti, Marco Saya Edizioni, Milano, Maggio, 2016.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “Considerami pure un male di stagione, L. Cerretti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...