A question of Parsnips

“It might not make a James Bond plot, but an “epic mission” has been launched to save 250 tonnes of parsnips at a farm in Norfolk this Saturday.” Four years ago Ian Mathie and I had a different idea. George Grummitt had been a market gardener all his life. Although he was actually seventy-six, George had lied about his age to his employer who believed he was just approaching sixty-five. He was not looking forward to his forthcoming birthday but GenDev had an employment retiring policy and since they now owned what had been his family’s market garden for four generations, … Continua a leggere A question of Parsnips

Gondola Days

The moth’s kiss, first! Kiss me as if you made believe You were not sure, this eve, How my face, your flower, had purs’d Its petals up; so, here and there You brush it, till I grow aware Who wants me, and wide open I burst. The bee’s kiss, now! Kiss me as if you enter’d gay My heart at some noonday,— A bud that dares not disallow The claim, so, all is render’d up, And passively its shatter’d cup Over your head to sleep I bow. C’è ancora qualcuno che dedica poesie di Robert Browning su youtube, questa era … Continua a leggere Gondola Days

#Alpostodellemimose

Già da un po’ di giorni specialmente su twitter è partita la campagna invece che regalare mimose regalate un libro. Non preoccupatevi con la crisi le mimose restano dove sono, in compenso aumentano i suggerimenti su quali libri comprare, e alcune liste sono scoraggianti. Mi riferisco alla serie italica dei libri dedicati alle donne in quanto donne leggeri – che poi sono dei mattoni che puoi usare come ferma porte, la lit chick, quel non prendersi troppo sul serio a caratteri cubitali fucsia perché in fondo siamo auto-ironiche. E questa sarebbe l’auto-ironia? I cloni di Bridget Jones vent’anni dopo, solo che invece della … Continua a leggere #Alpostodellemimose

Corto Maltese, Venezia e Rimbaud

La ricerca sui classici non è un gesto nostalgico verso un passato che non ritorna né un rintanarsi in un mondo che non esiste più, semplicemente essendomi specializzata in traduzione letteraria sono interessata alla re-interpretazione dei testi, perché a differenza dell’originale, le traduzioni invecchiano. Può sembrare un esercizio zen, per alcuni quasi inutile, io ogni volta imparo sempre qualcosa di nuovo, per me è questo quello che conta, senza nessun’altra pretesa se non quella di condividere le cose che amo. Inauguriamo questo inizio di gennaio con un classico dei fumetti, Corto Maltese, Venezia in assenza, mescolato a Rimbaud con la … Continua a leggere Corto Maltese, Venezia e Rimbaud

Cortesia

Online e offline è quasi un’eresia… nemmeno vomitare la propria merda facendola passare come un favore introspettivo, non se ne può più, di vigliacchi è pieno il mondo, ma come dice Gaspar Camerarius “io, che tanti uomini fui, non sono mai stato colui nel cui abbraccio languiva Matilde Urbach.” E ora tutto è chiaro, Matilde ringrazia. Continua a leggere Cortesia

Dickens returns: 2. Aspettando Natale

A. D. 2014 15 Dicembre Dopo la tasi, che in veneto suona anche come paga e taci, e l’imu, non siamo lontani dal Natale magrissimo, mancano solo nove giorni. Uncle Scrooge in Dickens, figura ispirata alla quantità di tirchi incontrati in anni di sfruttamento di lavoro minorile – a 11 anni Charles Dickens fu costretto dai genitori ad andare a lavorare in una fabbrica di lucidi da scarpe per arginare i debiti del padre, l’esperienza fu traumatica, i beni di famiglia vennero comunque pignorati, il padre finì in carcere, seguito dalla moglie e gli altri figli, e Charles venne abbandonato … Continua a leggere Dickens returns: 2. Aspettando Natale

SPOKEN PROJECT

Partecipo insieme a Sjón, due pezzi in inglese. Il primo “words in progress” è un gioco nato dall’espressione idiomatica “Happy as Larry”, il secondo è una rielaborazione di una mia raccolta di haiku, ripensata in inglese. Ecco il link, buona lettura! THE FUTURE IS SPOKEN Words in progress Happy as Larry Apparently the original English expression was “happy as a sandboy”. North America: plenty of clams everywhere; contented with what one’s got. Happy as a clam. In an old dictionary (1823) the sandboy was “an urchin who hawked sand around the streets”. Was it illegal? I don’t know…later the expression became … Continua a leggere SPOKEN PROJECT